Il Trucco del payout

imagesIn quest’articolo si entrerà in contatto con un concetto fondamentale per il mondo del gioco d’azzardo online in generale e per le slot machine nel caso specifico, ovvero il cosiddetto payout. Questo termine anglosassone, che generalmente nel nostro paese viene tradotto con l’espressione Ritorno delle Vincite o Ritorno al Giocatore e che può anche essere sostituito dall’acronimo RTP, indica appunto in forma percentuale la porzione di soldi giocati in totale che viene ridistribuita ai giocatori attraverso le vincite.

Come giocare alle slot sulla base del payout

Il metodo del payout, sostanzialmente, consiste nel trovare le slot machine che hanno un tasso di restituzione più elevato rispetto alle altre, ma a tal proposito bisogna effettuare delle precisazioni. Infatti, per giocare alle slot online o da bar si dovrà saper riconoscere anche la tipologia di payout che viene indicato. In genere, più ampio è l’arco di tempo preso in considerazione e più ci ci si troverà al cospetto di un valore attendibile, quindi il primo passo di questa guida per le slot italiane  consiste nel non farsi ingannare da valori di payout troppo elevati che magari sono riferiti a periodi di pochi giorni e che magari sono troppo soggetti a fluttuazioni episodiche. Ad esempio, se nel giro di pochi giorni si registrano numerose vincite di alto valore, il payout relativo a questo specifico periodo sarà molto alto ma difficilmente questa situazione potrà durare per molto tempo. Questo è anche il motivo per cui spesso i casinò online pubblicano dei dati relativi al payout calcolato su base mensile, fermo restando il fatto che da un mese all’altro il dato può variare molto.

Come scegliere la slot con il RTP più alto

Come è ovvio che sia, il consiglio è innanzitutto di evitare le slot machine che hanno un payout basso e di preferire quelle in cui invece tale valore si avvicina il più possibile al 100%. Si ponga il caso di una slot machine che abbia un RTP del 98%: ciò significa che ogni euro speso per tale slot, 98 centesimi torneranno ai giocatori e solo 2 verranno incassati dal casinò. Ovviamente, poiché si tratta di dati medi calcolati su un altissimo numero di spin non significa che ogni partita si concluderà con questo risultato, tutt’altro.

Il metodo del payout…all’inverso!

A contrastare quanto appena spiegato nel paragrafo precedente, è molto diffusa una convinzione che si basa su un ragionamento di natura opposta. Infatti, rappresenta una prassi abbastanza comune per i casinò l’abitudine di pubblicare i payout riferiti al mese precedente rispetto alla pubblicazione. Poiché questi valori sono parziali, sporadicamente finiscono col superare in modo abbastanza abbondante il payout medio predefinito. Contrariamente a quanto si potreindexbbe pensare, una slot machine che ha avuto un payout superiore al 100% per il mese precedente difficilmente manterrà questo andamento e avrà quindi un tasso di restituzione delle vincite sensibilmente inferiore. Il segreto di questo metodo del payout all’inverso consiste proprio nell’evitare anche le slot con payout troppo alti perché c’è il rischio che si trasformino nel classico specchietto per allodole.

Uno dei segreti per giocare con le slot consiste comunque nel non farsi influenzare troppo dal payout. Non bisogna mai rischiare grosse cifre solo perché si leggono dei payout elevati. Nessun payout è garanzia di vincita assoluta e non si deve prestar fede a chi dice che è possibile alterare i payout: si tratta di una sciocchezza in quanto se ciò fosse possibile i gestori di casinò e sale slot finirebbero col dichiarare bancarotta in men che non si dica. Il tasso di RTP infatti indica anche il guadagno che questi soggetti traggono dal gioco, quindi se questo fattore venisse meno è ovvio che verrebbero meno anche i casinò stessi.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *